martedì 18 agosto 2015

ZAPATOS DE ORIENTE Y TRANSPARENCIAS



"Indossa il blu che ti dona tanto!", così mia madre asserisce da sempre, quando mi vede indossare outfit total black. Non credo abbia mai accettato che prediligessi il nero alle tonalità del blu e del verde. Credo, se avesse potuto, avrebbe buttato ogni singolo vestito dalla finestra. A volte le nostre madri non accettano il nostro esser donne e vorrebbero ancora influenzarci sulla scelta di una capo piuttosto che un altro. 
Pensando alla mia infanzia, scorre davanti agli occhi un guardaroba di vestitini a punto smok, giacche blu, camicie a righe bianco-blu e ballerine rosa. Ho sempre sostenuto la finezza di mia madre e il suo gusto del bello, ma ricordo il "disagio" quando varcai le porte della scuola media. Da quel momento nacque in me la volontà di cambiare: i famigerati vestitini vennero ben presto sostituiti da jeans, felpe con il cappuccio ed anfibi. Così allora, come ora due cose ci accomuneranno sempre: la moda accompagna la nostra vita e lo shopping ci diverte moltissimo. 
Di seguito, l'outfit indossato presso Villa Borghese: un nuovo paio di sandali orientaleggianti (CHIARINI BOLOGNA), uno shorts nero strappato (BERSKA), una camicia trasparente (ATTIC AND BARN) e una borsa vintage che ho acquistato a Londra.
Seguitemi su Drop of Mood che è la mia pagina di Facebook ;) 


















"Wear the blue color that gives you so much!", so my mother always asserts, when she sees me wearing all-black outfits. I do not think she has ever accepted that I prefer black to shades of blue and green. I think, if she could, she would throw every single dress from the window. I am sure, most of all, who is not fully aware how much my soul is heavily rock 'n roll. Sometimes our mothers do not accept our being women and would still influence us on the choice of a leader over another.
Thinking about my childhood, a wardrobe of smok dresses up, blue blazers, white-blue striped shirts and pink ballet shoes unfolds before my eyes. I have always supported her innate finesse and taste, but remember the "uncomfortable" when I walked through the doors of the middle school. From then on, I saw the resignation (albeit temporary) in her eye and was born in me the will to change: the infamous outfits were soon replaced by jeans, hoodies and bikers shoes. So then, as now two thing are in common: fashion accompanies our life and shopping have so much fun.
Below, the outfit worn by Villa Borghese: a new pair of sandals oriental (CHIARINI BOLOGNA), one black shorts ripped (BERSKA), a transparent shirt (ATTIC AND BARN) and a vintage bag that I bought in London.
Follow on Drop of Mood (fb page)!








Nessun commento:

Posta un commento